Home Regionali C Femminile

Conosciamo le protagoniste della promozione del Lunezia

0
CONDIVIDI

Le cifre parlano chiaramente e di rado sbagliano. Questo Lunezia Volley ha conquistato il ritorno in Serie B2, dopo 3 anni, con una giornata d’anticipo sulla conclusione dei playoff; battendo prima la co-seconda e poi ancor più di netto l’allora capolista, rispettivamente Albisola e Normac Vgp Ge, vincendo nel complesso 17 partite su 18 (la caduta di Cogoleto la cosiddetta eccezione che conferma la regola) fra “regular season” e Girone Promo.

Il presidente sarzanese Massimo Magnavacca quindi non si sbaglia allorché sostiene che la promozione è stata del tutto meritata senza “se” né “ma”. E’ facile che non si sbagli neppure quand’afferma che stavolta si va in B per restarci, poiché se l’altra volta la B2 era stata una mezza sorpresa giunta a un paio d’anni appena dalla fusione fra Sarzanese e Volley Team, di cui Massimo fu l’artefice principe…quessta volta alle spalle c’è tutto un settore giovanile magistralmente sviluppato negli anni.

La riconquista della categoria superiore comunque è pure dei vari collaboratori di Magnavacca, a iniziare dal vicepresidente Massimo Curi e dal “diesse” Carlo Martini, non da meno l’allenatore Riccardo Giannini: gran stratega dell’impresa sul parquet, quest’ultimo, dopo essere a suo tempo partito un po’ di soppiatto da vice-trainer.


E poi ecco le protagoniste sul rettangolo di gioco.

MARKU DENISA / schiacciatore – Il presidente Magnavacca aveva gli occhi umidi quando, a promozione appena conquistata, commentava che se c’era una persona per la quale era particolarmente felice era lei. Nell’unico campionato sinora disputato in B dalle biancoblu, lei si fece presto male e rientrò a stagione sostanzialmente compromessa, quando con un pochino di fortuna avrebbe forse persino potuto salvarla. Da allora, Denisa è ulteriormente cresciuta e non solo come giocatore, tanto che da tempo è il capitano. Pare quasi un segno del destino, che la ragazza di origini albanesi riapprodi in B2 con questa maglia, dopo essere stata più d’una volta corteggiata da qualche club appunto della categoria superiore. Valeva la pena trattenerla. Oggidì è l’anima della squadra.

BRIZZI ALESSIA / palleggiatore – Il cervello. Il gioco “lunense” gode d’una regia registrata fin dai tempi in cui Alessia giostrava da costruttore nell’Under 18. L’altra volta, in B2, era l’alzatore di riserva. Oggi nel contesto è importante pure la sua personalità: è il vicecapitano.

BUCCELLI RAFFAELLA / centrale – Il servizio. Oramai ultratrentenne, Raffaella entra soprattutto quando si necessita la sua battuta, che quasi mai delude. Per il resto, carattere solare e comunicazione a iosa, sangue romagnolo non mente.

GORGOGLIONE MARTINA / schiacciatore – Il “bomber”. Quando si stacca da terra e alza la mano sulla palla il più delle volte è in arrivo un punto. Un talento sbocciato nel “vivaio” del Valdimagra che a Sarzana ha trovato la consacrazione. Come la Marku era della partita in occasione della retrocessione nel 2018. Riscossa tremenda riscossa.

LUPI REBECCA / opposto – Grande promessa del settore giovanile sarzanese, più d’una volta selezionata a livello federal-regionale, ora le manca quello che dovrebbe essere l’ultimo passo reggendo l’impatto con la B (l’altra volta era veramente troppo giovane). La sua completezza tecnica merita fiducia.

MENDOZA ELISA / centrale – Sul finire d’una stagione convincente, impegni personali le hanno tolto la soddisfazione di partecipare alle ultime, decisive e trionfali battute. Ti prego torna presto.

MICHELONI FRANCESCA / centrale – Ex capitano al Cpo Ortonovo, apparentemente è approdata qui quasi per forza d’inerzia, quando a Luni si sono limitati al reparto giovanile. Al contrario, è emersa di prepotenza nei playoff, puntualmente fra le migliori negli ultimi e determinanti match.

SALVETTI GIORGIA / libero – L’atleta-ovunque per definizione. Non c’è angolo, né centimetro quadrato del campo, dov’ella non possa pervenire per tempo…quasi sembraun vero peccato che nel suo ruolo si possa soltanto difendere.

SANTAGOSTINO JERY / centrale – Provenienza Valdimagra come la Gorgoglione, con l’aggiunta d’un anno in prestito a Modena, oggigiorno sembra lei il centrale che il Volley Lunezia ha cercato per anni.

ZANINI REBECCA / opposto e schiacciatore – Già punta di diamante del Cpo, all’indomani d’un paio d’esperienze in giro per l’Italia s’è accasata qua, dov’è preziosissima anche perché funziona egregiamente sia in diagonale che da “martello”.

Per concludere, enormi le potenzialità da sviluppare fra lo stuolo di giovanissime uscite dal noto Volley Pool Levante, le quali necessitano solo d’un po’ di tempo e intanto si sono rese utilissime da riserve. A iniziare dal centrale Aurora Santoni, già selezionata a livello giovanile ligure, senza però dimenticare dli alzatori Giulia Evangelisti e Patrizia Cuffini; né le gli schiacciatori Ginevra Orlandi ed Elisa Soriani né il libero Giulia Tartaglia.

 

 

 

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here